Tahin o crema di sesamo
dicembre 8, 2014 Blog PuntoBio Nessun commento

La tahina è un alimento derivato dai semi di sesamo bianco, molto diffuso in Medio Oriente, Grecia, Turchia e Nord Africa. Conosciuto anche come burro di sesamo o crema di sesamo, si tratta di una pasta preparata dai semi di sesamo che vengono prima tostati, poi tritati e amalgamati con l’olio.

Il tahin ha un gusto simile al burro di arachidi, ma meno dolce e meno intenso, poichè la tostatura del sesamo avviene in maniera più delicata di quella delle arachidi.

Tradizionalmente nella cucina mediorientale viene usato per preparare svariati piatti, come l’hummus, la crema di ceci, i falafel, le polpette di ceci, o in piatti di carne mescolato con aglio e limone.
Nei Paesi occidentali, invece, viene usato specialmente dalla cucina vegetariana e vegana, nelle preparazioni dolci, come l’halva, una sorta di torrone con mandorle e pistacchi, o semplicemente spalmato su una fetta di pane per colazione.

Oltre il 25% dei semi di sesamo è composto di proteine d’ottima qualità, ricche d’aminoacidi essenziali, tra questi la metionina che raramente si trova nei vegetali. È ricco di calcio ed è una buona fonte di tanti altri minerali: zinco, che svolge un’azione di protezione contro le infezioni; selenio efficace nel contrastare l’azione dei radicali liberi; fosforo, potassio e magnesio. Inoltre, è composto al 69% da grassi: in gran parte si tratta dei grassi insaturi omega 6 e omega 3, utili a proteggere l’organismo dalle malattie cardiocircolatorie. Possiede anche elevate quantità di vitamine A, E, B6.

Il Tahin, come detto, è un’ottima fonte di calcio, tanto che ne è ricco quanto i formaggi, ma rispetto a questi non ne possiede le controindicazioni. I soggetti che soffrono di allergia al latte e ai suoi derivati possono trovare nel sesamo un’ottima alternativa.

Rafforza anche il sistema immunitario in caso d’affaticamento, convalescenza, sforzi fisici e intellettuali o generica debolezza dello stesso sistema immunitario.
Il tahin, infine, riequilibra le funzioni dell’organismo: in caso di mal di testa, nausea, vomito, dolori mestruali, disturbi gastrici e intestinali e per aumentare la secrezione del latte materno si consiglia di mangiare, ogni giorno, 5-10 mg di semi di sesamo non tostati.

Written by Punto BIO Napoli